Manuel De Vecchi: "Carico per l'Olimpiade di Londra"

Con il 2012 si è aperta la lunga attesa per l'evento olimpico. Quest'estate infatti, Londra diventerà il baricentro sportivo mondiale con la XXX Olimpiade, edizione che già per il fatto di essere arrivata a spegnere le trenta candeline sarà unica nel suo genere.A prepararsi a fondo per questo evento è anche Manuel De Vecchi, veronese atleta di Bmx, sponsorizzaro Carrera che dopo la bellissima prestazione a Pechino 2008 ha promesso di puntare almeno a una medaglia.«La preparazione sta procedendo molto bene» ci ha confidato Manuel, raggiunto in Lettonia durante un ritiro di allenamento. «Sto lavorando duro con il mio allenatore delle precedenti olimpiadi, Damiano Scolari, ma siamo ancora nella fase di carico invernale e stiamo facendo nuovi programmi, con esercizi innovativi. Mi sento molto carico sia fisicamente che mentalmente!».Manuel, affronterai qualche gara di allenamento in preparazione all'evento olimpico?Ci sarà una prova di europeo in Belgio il 21 e 22 gennaio, poi una tappa per prendere punti olimpici in Cile l'11 e 12 febbraio, un'altra tappa ad Hong Kong il 3 e 4 marzo e la prima prova di coppa del mondo a Chula Vista il 30 e 31 marzo. Il calendario è denso, e questi sono solo i primi due mesi. Sarà davvero una stagione ricca di impegni per prendere il maggior numero possibile di punti e cercare di qualificarci in due italiani a Londra 2012. Importante nel panorama italiano il Campionato Italiano assoluto a Bergamo il 28 e 29 aprile e le due prove di Campionato Europeo a Creazzo (Vicenza) il 7e 8 aprile. Tra l'altro questa è anche la pista dove mi alleno abitualmente.La speranza è quella di arrivare a Londra nel massimo stato di forma possibile e combattere con i primi per la medaglia. Sarà l'ultima gara della mia carriera agonistica iniziata nel 1988 e sarebbe un sogno chiuderla con una medaglia olimpica.Quali emozioni entrano in gioco indossando la maglia azzurra?Le Olimpiadi sono la competizione che sogna ciascun atleta. L'ambiente è completamente diverso da una "normale" gara di coppa del mondo perchè i media sono 100 volte superiori, tutto è curato alla perfezione e ci sono decine di migliaia di persone sugli spalti! Pechino purtroppo aveva un fuso orario troppo sfavorevole per la visibilità in Italia della nostra gara (trasmessa alle 3 del mattino), ma sicuramente Londra darà al nostro bellissimo sport la visibilità che merita.A Pechino ho fatto un'ottima gara e mi sono giocato per poche posizioni la finale. Il BMX è una competizione di soli 40 secondi e tutto può succedere, quindi l'obiettivo per Londra è restare concentrato al 100% durante le fasi eliminatorie e riuscire a qualificarmi per la finale. Una volta arrivato in finale posso giocarmi il tutto per tutto.Quali sono i tuoi avversari più temibili?In primis la medaglia d'oro di Pechino 2008, il lettone Maris Strombergs, il neozelandese miglior atleta 2011 Marc Willers, il campione del mondo 2011 francese Joris Daudet e l'australiano vincitore della coppa del mondo 2010 Sam Willoughby. Ognuno di loro potrebbe vincere la medaglia d'oro a Londra.Cosa significa anche a livello di immagine avere un partner come Carrera?Se non ci fosse stato Carrera Jeans non avrei potuto realizzare il mio sogno di Londra 2012. Avere un marchio rinomato come Carrera Jeans al mio fianco è molto importante e mi rende davvero orgoglioso. E' un nome che ha fatto la storia nel mondo del ciclismo su strada e spero che grazie a me possa fare la storia anche nel mondo della BMX!Sito ufficiale: www.manueldevecchi.com



NEWS correlate

Carrera Jeans pronta per la 115 edizione di Fieracavalli

VAI ALLA NEWS

Una tappa speciale per gli amici dello Zecchino, in Sardegna

VAI ALLA NEWS

Ecco il nuovo store di Sacile!

VAI ALLA NEWS

Lo store di Padova è aperto!

VAI ALLA NEWS





TORNA ALLA LISTA DELLE NEWS