Carrera: non solo jeans, ma anche scarpe su licenza

Non solo jeans. Si allarga l'offerta commerciale del gruppo Carrera, storica azienda di Stallavena, che ha deciso di affiancare nuovi prodotti alla tradizionale linea di abbigliamento. Dalle calze all'intimo, dagli accessori alle scarpe agli accappatoi e, a partire dal prossimo anno, anche costumi: una diversificazione, realizzata tramite una serie di accordi di licenza con aziende specializzate in settori complementari alla collezione Carrera. «L'obiettivo è garantire una gamma completa di merceologie alla clientela dei nostri punti vendita», spiega Gianluca Tacchella, amministratore delegato del gruppo. «Abbiamo preferito la strada delle licenze, perché volevamo che, a occuparsi della produzione di questi articoli, fossero specialisti del settore».Queste linee, sviluppate in coordinamento con l'ufficio stile di Carrera, attualmente incidono sui fatturati dei negozi circa per il 12-15%. «Puntiamo a raggiungere al massimo il 20%, anche perché vogliamo che la posizione centrale continuino a mantenerla le nostre collezioni». Collezioni che vengono vendute nei numerosi negozi Carrera distribuiti sul territorio nazionale: 20 monomarca e 172 Carrera point, per un totale di circa 200 addetti.Lo stabilimento principale si trova a Caldiero, mentre a Stallavena (Grezzana) ci sono un polo logistico e lo spaccio aziendale. Ma è oltre confine, tra India, Cina e Turchia, che viene realizzata la maggior parte dei capi: circa 5 milioni di pezzi l'anno.Nel 2010, il gruppo ha registrato un fatturato di 34 milioni di euro, in crescita dell'8% rispetto al 2009, quando il giro d'affari si era attestato sui 31,43 milioni di euro. E anche nei primi mesi del 2011 il trend sembra essere stato positivo. «Nel primo semestre di quest'anno abbiamo registrato un incremento del 4-5%», spiega l'amministratore delegato, «e gli ordinativi del secondo semestre ci fanno ben sperare per i prossimi mesi, anche se l'attuale situazione economica è alquanto complicata e ciò che sta accadendo non aiuta di certo il consumo».A favorire il gruppo di Stallavena è anche lo sviluppo della rete commerciale all'estero: attualmente le esportazioni costituiscono circa il 15% del fatturato, ma l'azienda vuole continuare a investire in diversi altri Paesi, tra cui Russia, Balcani, Europa dell'Est, Grecia, Cipro e Malta. «Stiamo aprendo nuovi punti vendita in un'area abbastanza vicina all'Italia e, quindi più controllabile, oltre a rafforzare i rapporti storici che abbiamo con il Medioriente», prosegue Tacchella.Infine, il gruppo Carrera è concentrato sullo sviluppo di nuovi processi industriali: dalla selezione di cotoni migliori, più resistenti alle tinture speciali, alla creazione di capi realizzati con tessuti innovativi. «È il caso della tecnologia "spin tech" per i tessuti elasticizzati 100% cotone sulla pelle: nata per i jeans elasticizzati, ora è stata estesa anche ai velluti», conclude l'amministratore delegato, «ma abbiamo anche sviluppato nuovi trattamenti speciali per dare un effetto "old", invecchiato, non più solo ai jeans ma anche ai pantaloni classici».Manuela Trevisani



NEWS correlate

Carrera Jeans pronta per la 115 edizione di Fieracavalli

VAI ALLA NEWS

Una tappa speciale per gli amici dello Zecchino, in Sardegna

VAI ALLA NEWS

Ecco il nuovo store di Sacile!

VAI ALLA NEWS

Lo store di Padova è aperto!

VAI ALLA NEWS





TORNA ALLA LISTA DELLE NEWS