Carrera aderisce alla campagna contro la sabbiatura dei jeans

Il 14 febbraio 2011 sulla rete è apparso un articolo del Corriere della Sera che ha dato molto risalto a una campagna in corso contro i jeans sabbiati promossa dalla Associazione Abiti Puliti. Il titolo erroneamente mette alla berlina tutti i jeans scoloriti, in realtà fa riferimento solo a quelli “sabbiati”.   Visualizza l'articolo del Corriere della Sera   Carrera produce milioni di jeans ogni anno e, come fa sapere l'amministratore delegato Gianluca Tacchella  per mezzo di un comunicato ufficiale, ha deciso di aderire a questa campagna, per diverse ragioni:   1.   Carrera realizza i propri jeans in uno stabilimento a ciclo verticale in Centro Asia che controlla l’intero processo produttivo dal campo di cotone al prodotto finito.   2.   Socio di capitale in questo progetto industriale è la IFC (Gruppo Banca Mondiale) che pone come elemento primario di partecipazione il rispetto delle condizioni di lavoro e la salvaguardia dell’ambiente. Il nostro progetto è spesso usato come esempio di sostenibilità sociale.   3.   Carrera non ha mai utilizzato il processo di sabbiatura in quanto ritenuto molto dannoso.   4.   Siamo da anni grandi fornitori della grande distribuzione italiana ed internazionale (Carrefour, Aucha, Coop, Gruppo Pam/Panorama, Finiper, Leclerc, ….) e loro sono molto attenti a questo aspetto. Con Auchan già da tempo abbiamo certificato che Carrera non usa questo processo.   5.   Vogliamo testimoniare come business e rispetto sociale sono l’unica ricetta di longevità.   6.   Vogliamo dare anche noi un piccolo contributo per creare una coscienza migliore.



NEWS correlate

Carrera Jeans pronta per la 115 edizione di Fieracavalli

VAI ALLA NEWS

Una tappa speciale per gli amici dello Zecchino, in Sardegna

VAI ALLA NEWS

Ecco il nuovo store di Sacile!

VAI ALLA NEWS

Lo store di Padova è aperto!

VAI ALLA NEWS





TORNA ALLA LISTA DELLE NEWS